RISOTTO AL SUGO D’ARROSTO PIEMONTESE CON SCALOGNO DI ROMAGNA IGP E SCAGLIE DI CASTELMAGNO DOP

| Posted by | Categories: PRIMI PIATTI, RICETTE, RICETTE EMILIA-ROMAGNA, RICETTE PIEMONTE, RICETTE REGIONALI

“INCONTRO DI SAPORI TRA PIEMONTE ED EMILIA ROMAGNA”

Oggi prepariamo un risotto molto saporito impreziosito da un formaggio unico. ll Castelmagno DOP è prodotto con latte di vacca, eventualmente addizionato con latte ovino e/o caprino in percentuale da un minimo del 5% ad un massimo del 20%. Si presenta in forma cilindrica a facce piane del diametro di 15-25 cm e peso variabile dai 2 ai 7 kg. La stagionatura minima deve essere di 60 giorni.

Scheda:
Difficoltà: media
Preparazione: 30 minuti
Cottura: 40 minuti
Dosi per: 4 persone

Ingredienti:
1 Scalogno di Romagna IGP
1 bicchiere di sugo d’arrosto di carne piemontese
300 gr di riso Carnaroli
qualche scaglia di Castelmagno DOP
30 gr di burro
1 litro d’acqua
1 carota
1 cipolla
1 costa di sedano
1 bicchiere di vino bianco
sale q.b
pepe q.b

Preparazione:
Pulire e lavare la carota, la cipolla e la costa di sedano. Mettere le verdure in un litro d’acqua, portare a bollore, aggiungere il sale e far cuocere per almeno 20 minuti, quindi abbassare la fiamma al minimo e continuare a far bollire anche durante la preparazione del risotto.
Tritare molto finemente lo Scalogno di Romagna IGP e metterlo in una casseruola con 10 gr di burro e mezzo bicchiere d’acqua.
Far cuocere fino a far quasi sciogliere lo scalogno per 5 minuti, quindi aggiungere il riso e far tostare bene.
Sfumare quindi con un bicchiere di vino bianco e far evaporare.
Iniziare la preparazione del risotto aggiungendo poco alla volta il brodo caldo ogni volta che questo viene assorbito dal riso.
Dopo circa 18 minuti il risotto dovrebbe essere cotto, aggiungere quindi un minuto prima di spegnere il fuoco il bicchiere di sugo d’arrosto e mescolare bene.
Spento il fuoco aggiungere 20 grammi di burro e mantecare velocemente lasciando il risotto morbido o all’onda (consistenza ottimale del risotto, che si deve presentare non troppo liquido o troppo compatto: muovendo la casseruola il risotto deve formare l’onda).
A questo punto impiattare ed aggiungere le scaglie di Castelmagno DOP e se piace un po’ di pepe macinato al momento.

Buon appetito e buon divertimento!

RISOTTO CON SUGO D'ARROSTO 5