AMARONE DELLA VALPOLICELLA DOCG

| Posted by | Categories: DOCG, VENETO, VINO


mappa-italia-def-veneto

 

DOCG 1

L’Amarone della Valpolicella entra a far parte dell’elenco ufficiale dei prodotti tipici italiani grazie alla certificazione DOCG ( denominazione di origine controllata e garantita ) che è stata rilasciata il 30 novembre 2011.
Essendo un prodotto DOCG la certificazione prevede che l’intero processo produttivo debba essere effettuato nella regione Veneto.
La zona di produzione della denominazione copre l’intera fascia pedemontana della provincia di Verona estendendosi dal lago di Garda fino quasi al confine con la provincia di Vicenza. Grazie alla protezione della catena montuosa dei Lessini a Nord, alla vicinanza del lago di Garda e all’esposizione a sud dei terreni collinari e di fondovalle, il clima in cui cresce la vigna di Amarone della Valpolicella è complessivamente mite e non troppo piovoso avvicinandosi soprattutto nella bassa collina e nel fondovalle a quello Mediterraneo. I terreni a vigneto Valpolicella hanno esposizioni diversificate a seconda dell’altitudine a cui crescono che può arrivare sino ai 500 s.l.m., ed in base ai versanti collinari che occupano.
L’Amarone della Valpolicella DOCG è un vino dal colore rosso carico tendente eventualmente al granato con I’invecchiamento. Il profumo ricorda la frutta passita, il tabacco e le spezie, anche grazie alle muffe nobili createsi nel corso dell’appassimento. Il sapore di grande intensità con evidenti note di frutta passita, asciutto ma di molta morbidezza, con corpo pieno, caldo-corroborante e vigoroso; ha personalità forte e può superare i vent’anni di conservazione.
Caratteristiche organolettiche:
– colore: rosso carico tendente eventualmente al granato con l’invecchiamento;
– odore: caratteristico, accentuato, frutta matura, confettura di amarena e di lamponi;
– sapore: pieno, vellutato, caldo;
Grado alcolico:
– la gradazione minima prevista è di 14º. Per i più corposi può raggiungere anche i 17º.
Uvaggio:
– Corvina veronese (sinonimi: Cruina o Corvina) dal 45% al 95 %;
– Corvinone che può sostituire il precedente nella misura massima del 50%;
– Rondinella dal 5 % al 30 % ;
– Altri vitigni a bacca rossa non aromatici, ammessi alla coltivazione per la provincia di Verona fino ad un massimo del 15% con un limite del 10% per ogni singolo vitigno;
– Altri vitigni classificati autoctoni italiani, a bacca rossa, ammessi alla coltivazione per la Provincia di Verona per il 10% totale.
Temperatura di servizio: intorno ai 18°C – 20°C.
Abbinamenti: ottimo sulle carni, come cacciagione e lepre, ben accompagna formaggi molto stagionati.

AMARONE DELLA VALPOLICELLA DOCG FOTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *