VIN SANTO DI MONTEPULCIANO DOC

| Posted by | Categories: DOC, TOSCANA, VINO


mappa-italia-def-toscana

 

DOC 1

Il Vin Santo di Montepulciano entra a far parte dell’elenco ufficiale dei prodotti tipici italiani grazie alla certificazione DOC ( denominazione di origine controllata ) che è stata rilasciata il 16 novembre 1996.
Essendo un prodotto DOC la certificazione prevede che l’intero processo produttivo debba essere effettuato nella regione Toscana.
La Denominazione di Origine Controllata Vin Santo di Montepulciano può essere integrata dalle specificazioni Riserva e Occhio di Pernice.
La zona di produzione delle uve destinate alla produzione del vino Vin Santo di Montepulciano DOC può essere prodotto nella Provincia di Siena.
Il vino a denominazione di origine controllata Vin Santo di Montepulciano all’atto dell’immissione al consumo devono rispondere alle seguenti caratteristiche:
– colore: dal giallo dorato all’ambrato intenso;
– odore: profumo intenso etereo caratteristico di frutta matura;
– sapore: ampio e vellutato, con intensa rotondità;
– titolo alcolometrico minimo: 17% vol.
Il vino a denominazione di origine controllata Vin Santo di Montepulciano Riserva all’atto dell’immissione al consumo devono rispondere alle seguenti caratteristiche:
– colore: dal giallo dorato all’ambrato più o meno intenso in relazione alla sua concentrazione zuccherina;
– odore: profumo intenso etereo caratteristico di frutta matura;
– sapore: ampio e vellutato, con intensa rotondità;
– titolo alcolometrico minimo: 20% vol.
Il vino a denominazione di origine controllata Vin Santo di Montepulciano Occhio di Pernice all’atto dell’immissione al consumo devono rispondere alle seguenti caratteristiche:
– colore: tra ambrato e topazio con ampia unghia rossiccia che si fa marrone con l’età e consistenza in relazione alla sua concentrazione zuccherina;
– odore: profumo intenso, ricco, complesso, di frutta matura e altre sfumature;
– sapore: fine, persistente, con retrogusto dolce;
– titolo alcolometrico minimo: 21% vol.
Uvaggio:
Vin Santo di Montepulciano e Vin Santo di Montepulciano Riserva
– Malvasia bianca, Grechetto bianco (localmente detto Pulcinculo), Trebbiano toscano, da soli o congiuntamente minimo 70%;
– possono concorrere altri vitigni complementari a bacca bianca per un massimo del 30% idonei alla coltivazione nella Regione Toscana. Sono esclusi i vitigni aromatici.
Vin Santo di Montepulciano Occhio di pernice
– Sangiovese (denominato a Montepulciano Prugnolo Gentile) minimo 50%;
– altri vitigni idonei alla coltivazione nella Regione Toscana da soli o congiuntamente fino ad un massimo del 50%.
Temperatura di servizio: intorno ai 10°C – 12°C.
Abbinamenti: in particolare con biscotti secchi (tipici toscani i Cantucci), torte secche e crostate.

VIN SANTO DI MONTEPULCIANO DOC FOTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *