BAROLO DOCG

| Posted by | Categories: DOCG, PIEMONTE, VINO


mappa-italia-def-piemonte

 

DOCG 1

Il Barolo entra a far parte dell’elenco ufficiale dei prodotti tipici italiani grazie alla certificazione DOCG ( denominazione di origine controllata e garantita ) che è stata rilasciata il 23 aprile 1966.
Essendo un prodotto DOCG la certificazione prevede che l’intero processo produttivo debba essere effettuato nella regione Piemonte.
La denominazione di origine controllata e garantita Barolo è riservata ai vini rossi nelle tipologie Barolo e Barolo Riserva.
La zona di produzione delle uve destinate alla produzione del vino Barolo DOCG comprende alcuni comuni della Provincia di Cuneo.
Le tipologie ammesse sono:
Barolo DOCG che all’atto dell’immissione al consumo, deve rispondere alle seguenti caratteristiche:
– colore: rosso granato;
– odore: intenso e caratteristico;
– sapore: asciutto, pieno, armonico;
– titolo alcolometrico minimo 13%;
– invecchiamento in legno: 38 mesi di cui 18 in legno.
Barolo DOCG Riserva che all’atto dell’immissione al consumo, deve rispondere alle seguenti caratteristiche:
– colore: rosso granato;
– odore: intenso e caratteristico;
– sapore: asciutto, pieno, armonico;
– titolo alcolometrico minimo 13%;
– invecchiamento in legno: 62 mesi di cui 18 in legno.
Uvaggio:
– 100% Nebbiolo
Temperatura di servizio: intorno ai 18°C – 20°C.
Abbinamenti: ideale con Brasato al Barolo, bollito misto, Tajarin (pasta tipica piemontese), ravioli e cacciagione.

BAROLO DOCG FOTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *