FRANCIACORTA DOCG

| Posted by | Categories: DOCG, LOMBARDIA, VINO


mappa-italia-def-lombardia

 

DOCG 1

Il Franciacorta entra a far parte dell’elenco ufficiale dei prodotti tipici italiani grazie alla certificazione DOCG ( denominazione di origine controllata e garantita ) che è stata rilasciata il 20 dicembre 2011.
Essendo un prodotto DOCG la certificazione prevede che l’intero processo produttivo debba essere effettuato nella regione Lombardia.
La Denominazione d’Origine Controllata e Garantita Franciacorta, è riservata al vino ottenuto esclusivamente con la rifermentazione in bottiglia e la separazione del deposito mediante sboccatura.
La zona di produzione delle uve, destinate alla elaborazione del vino a Denominazione di Origine Controllata e Garantita Franciacorta, ricade nella regione Lombardia, nella provincia di Brescia.
Le tipologie ammesse sono:
FRANCIACORTA
Uvaggio
Chardonnay e/o Pinot Nero, è permesso l’uso del Pinot Bianco fino ad un massimo del 50%.
Caratteristiche
Rifermentazione in bottiglia per minimo 18 mesi di affinamento sui lieviti; elaborazione e maturazione durano almeno 25 mesi dalla vendemmia. Pressione in bottiglia tra le 5 e le 6 atmosfere.
Note gustative
Giallo paglierino con riflessi dorati, perlage fine e persistente, bouquet caratteristico della fermentazione in bottiglia, sentori di crosta di pane e di lievito arricchiti da delicate note di agrumi e di frutta secca (mandorla, nocciola, fichi secchi). Sapido, fresco, fine e armonico.
Dosaggi
Pas Dosé, Extra Brut, Brut, Extra Dry, Sec o Dry, Demi-Sec.
FRANCIACORTA SATEN
Uvaggio
Chardonnay (prevalenti) e Pinot Bianco fino a un massimo del 50%.
Caratteristiche
La morbidezza gustativa è data da un’accurata selezione dei vini base e dalla minore pressione in bottiglia, sotto le 5 atmosfere. Si produce esclusivamente nella tipologia Brut.
Note gustative
Perlage finissimo e persistente, quasi cremoso. Colore giallo paglierino anche intenso, con colori verdolini, sfumato ma deciso profumo di frutta matura accompagnato da delicate note di fiori bianchi e di frutta secca anche tostata (mandorla e nocciola). Una piacevole sapidità e freschezza si armonizzano con un’innata morbidezza che ricorda le sensazioni delicate della seta.
Dosaggi
Brut.
FRANCIACORTA ROSE’
Uvaggio
Pinot Nero (minimo 25%), Chardonnay, Pinot Bianco (massimo 50%).
Caratteristiche
Le uve Pinot Nero fermentano a contatto con la buccia per il tempo necessario a conferire al vino la tonalità desiderata. È prodotto con vino-base Pinot Nero, vinificato in rosato in purezza (100%), oppure nasce dal suo assemblaggio con vini-base Chardonnay e/o Pinot Bianco.
Note gustative
La presenza del Pinot nero conferisce a questo Franciacorta un corpo e un vigore particolare oltre che i sentori tipici del vitigno.
Dosaggi
Pas Dosé, Extra Brut, Brut, Extra Dry, Sec o Dry, Demi-Sec.
Franciacorta, Franciacorta Satèn e Franciacorta Rosè possono acquisire maggior personalità, complessità e raffinatezza, con periodi più lunghi di maturazione e affinamento. È il caso del Franciacorta Millesimato e del Franciacorta Riserva.
FRANCIACORTA MILLESIMATO
Caratteristiche
La parola “millesimo” indica che tutto il vino proviene da un’unica annata (minimo 85%). Il Millesimato si produce quando l’annata è particolarmente qualitativa e si valorizza con degli affinamenti più lunghi di quelli dell’assemblaggio (i Franciacorta non millesimati). Devono passare almeno 37 mesi dalla vendemmia perché venga messo in commercio.
Note gustative
I Franciacorta millesimati hanno una personalità sensoriale e gustativa che rispecchia in maniera evidente le caratteristiche climatiche dell’annata e le espressioni qualitative delle uve di quella specifica vendemmia.
Dosaggi
Pas Dosé, Extra Brut, Brut, Extra Dry, ad eccezione dei Satèn Riserva, declinati solo nella tipologia Brut.
FRANCIACORTA RISERVA
Caratteristiche
I Franciacorta Riserva sono dei Millesimati dalla particolare eccellenza qualitativa che per esprimere al massimo le loro doti olfattive e gustative, devono rimanere in sosta sui lieviti per molti anni. Il Disciplinare ne impone almeno 5 quindi il Franciacorta Riserva viene immesso al consumo dopo almeno 67 mesi (cinque anni e mezzo) dalla vendemmia.
Note gustative
Note complesse ed evolute proprie del più lungo affinamento in bottiglia.
Dosaggi
Pas Dosé, Extra Brut, Brut, ad eccezione dei Satèn Riserva, declinati solo nella tipologia Brut.
Temperatura di servizio: intorno ai 6°C – 10°C.
Abbinamenti: la varietà Bianco, millesimato o no, si destina agli aperitivi, ai piatti di apertura a base di pesce, ai primi piatti delicati, ai secondi piatti soprattutto a base di verdure o pesce. Il Franciacorta Rosé è in genere più corposo del bianco ed è adatto ad accompagnare pesci saporiti, verdure molto sapide e carni bianche leggere. I Satin accompagnano insalate di pesce, carpaccio di pesce e frutti di mare crudi o variamente cucinati.

FRANCIACORTA DOCG FOTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *