PIZZA NAPOLETANA STG

| Posted by | Categories: STG

mappa_italiafoodsecrets

 

 

SGT logo specialita tradizionale garantita

La Specialità Tradizionale Garantita (STG), è un’attestazione comunitaria che ha lo scopo di valorizzare dei prodotti agro-alimentari le cui peculiarità non dipendono dall’origine geografica ma da una composizione tradizionale del prodotto, da una ricetta tipica o da un metodo di produzione tradizionale. La Pizza Napoletana lo è diventata il 5 febbraio 2010.
La pizza napoletana, dalla pasta morbida e sottile ma dai bordi alti (detti “cornicione”), è la versione partenopea della pizza tonda ed inoltre, su scala mondiale, è anche intesa come la pizza italiana per antonomasia.
Secondo il disciplinare per la definizione di standard internazionali per l’ottenimento del marchio Pizza Napoletana STG la cottura deve avvenire in forno a legna a circa 485 °C per circa 90 secondi.
Per potersi fregiare del marchio STG, l’unica operazione che può essere effettuata a macchina è la preparazione dell’impasto. Il taglio in panetti e la manipolazione della pasta per ottenere il disco devono essere fatti a mano.
La peculiarità della pizza napoletana è dovuta soprattutto alla sua pasta che deve essere prodotta con un impasto simile a quello per il pane, ossia completamente privo di grassi, morbido ed elastico, steso a mano in forma di disco senza toccare i bordi che formeranno in cottura un tipico “cornicione” di 1 o 2 cm mentre la pasta al centro sarà alta circa 3 mm. Un veloce passaggio in un forno molto caldo deve lasciarla umida e soffice, non troppo cotta.
Nella più stretta tradizione della cucina napoletana sono previste solo due varianti per quanto riguarda il condimento. La Pizza Marinara: con pomodoro, aglio, origano e olio e la Pizza Margherita con pomodoro, Mozzarella STG a listelli, Mozzarella di Bufala Campana DOP a cubetti o Fior di latte, basilico e olio.

PIZZA NAPOLETANA STG FOTO