FINOCCHIONA IGP

| Posted by | Categories: IGP, SALUMI, TOSCANA


mappa-italia-def-toscana

IGP logo indicazione geografica protetta

 

La Finocchiona entra a far parte dell’elenco ufficiale dei prodotti tipici italiani grazie alla certificazione IGP ( indicazione geografica protetta ) che è stata rilasciata il 23 aprile 2015.
Essendo un prodotto IGP la certificazione prevede che almeno una fase del processo produttivo debba essere effettuata nella regione Toscana.
La zona di produzione della Finocchiona IGP comprende l’intero territorio continentale della Toscana, nelle province di Arezzo, Firenze, Grosseto, Livorno, Lucca, Massa-Carrara, Pisa, Pistoia, Prato e Siena.
Fra i salami toscani una nicchia di riguardo è senz’altro quella riservata alla Finocchiona IGP, gli esperti sostengono che sia nata ai tempi in cui i semi di finocchio si usavano per conservare i salumi perché il pepe era merce rara e costosa.
E’ un insaccato tipicamente toscano, che prende il nome dai semi di finocchio che vengono aggiunti all’impasto composto da rifilature del prosciutto, guanciale, pancette e spalle di maiale che vengono macinati a grana media e conciati con sale, pepe e aglio, e insaccati nel budello naturale. La Finocchiona IGP si lascia maturare per una settimana circa in ambiente riscaldato, facendo ricambiare l’aria più volte al giorno; dopo la stagionatura che dura almeno 2 mesi, il prodotto è pronto per la tavola.
La pezzatura varia da formati piccoli di 0,5 Kg di peso all’insacco a formati più grandi fino ad un massimo di 25 kg di peso all’insacco.
La fetta deve risultare da consistente a morbida che talvolta tende a sbriciolarsi, è preferibile consumarla con pane e vino toscano.

FINOCCHIONA IGP FOTO