MELANNURCA CAMPANA IGP

| Posted by | Categories: CAMPANIA, IGP, ORTOFRUTTICOLI E CEREALI


mappa-italia-def-campania

IGP logo indicazione geografica protetta

 

La Melannurca Campana entra a far parte dell’elenco ufficiale dei prodotti tipici italiani grazie alla certificazione IGP ( indicazione geografica protetta ) che è stata rilasciata l’11 marzo 2006.
Essendo un prodotto IGP la certificazione prevede che almeno una fase del processo produttivo debba essere effettuata nella regione Campania.
La zona di produzione definita nel Disciplinare comprende 137 comuni appartenenti alle cinque Province campane, con una netta prevalenza di quelli ricadenti nelle aree dell’agro napoletano, beneventano e casertano da sempre maggiormente vocate per le peculiari caratteristiche pedo-climatiche.
L’Indicazione geografica protetta Melannurca Campana si riferisce ad una delle varietà italiane di melo più conosciute e più apprezzate in assoluto dai consumatori, l’Annurca. Definita la “regina delle mele”, infatti, l’Annurca è da sempre conosciuta soprattutto per la spiccata qualità dei suoi frutti, dalla polpa croccante, compatta, bianca, gradevolmente acidula e succosa, con aroma caratteristico e profumo finissimo.
Il frutto è medio-piccolo, di forma appiattita-rotondeggiante, leggermente asimmetrica, con picciolo corto e debole. La buccia, liscia, cerosa, mediamente rugginosa nella cavità peduncolare, è di colore giallo-verde, con striature di rosso su circa il 60-70% della superficie a completa maturazione, percentuale di sovra-colore che raggiunge l’80-90% dopo il periodo di arrossamento a terra.
La Melannurca Campana IGP rivendica da sempre virtù salutari: altamente nutritiva per l’alto contenuto in vitamine (B1, B2, PP e C) e minerali (potassio, ferro, fosforo, manganese), ricca di fibre, regola le funzioni intestinali, è diuretica, particolarmente adatta ai bambini ed agli anziani.
Due gli ecotipi previsti dal disciplinare di produzione, con due distinte indicazioni varietali in etichetta: l’Annurca Classica e la diretta discendente l’Annurca Rossa del Sud, suo mutante naturale, diffuso nell’area di produzione da oltre un ventennio, che ha il pregio di produrre frutti a buccia rossa già sulla pianta.
Accanto ai succhi, ottimi sono anche i liquori ottenuti dalla Melannurca Campana IGP, così come i dolci, crostate e sfogliatelle su tutti, ma anche le tradizionali mele cotte al forno.

MELANNURCA CAMPANA IGP FOTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *