FAGIOLO DI LAMON DELLA VALLATA BELLUNESE IGP

| Posted by | Categories: IGP, ORTOFRUTTICOLI E CEREALI, VENETO

mappa-italia-def-veneto

 

IGP logo indicazione geografica protetta

 

Il Fagiolo di Lamon della Vallata Bellunese entra a far parte dell’elenco ufficiale dei prodotti tipici italiani grazie alla certificazione IGP ( indicazione geografica protetta ) che è stata rilasciata il 2 luglio 1996.
Essendo un prodotto IGP la certificazione prevede che almeno una fase del processo produttivo debba essere effettuata nella regione Veneto.
Il Fagiolo di Lamon IGP viene prodotto con metodi tradizionalmente ecologici, accuratamente selezionato e pazientemente lavorato.
Il disciplinare del Fagiolo di Lamon della Vallata Bellunese IGP prevede che le sementi siano prodotte nella zona compresa fra l’altopiano di Lamon e Sovramonte, mentre la zona di produzione, dove i fagioli possono venire seminati e coltivati, è più ampia e interessa 21 comuni delle Comunità Montane Feltrina, Bellunese e Valbelluna, in provincia di Belluno.
In tutta la zona di coltivazione sono frequenti escursioni termiche abbastanza elevate tra il giorno e la notte con un continuo ricambio d’aria che evita elevati tassi di umidità.
Il Fagiolo di Lamon della Vallata Bellunese IGP può essere prodotto con differenti ecotipi.
Il tipo Spagnolit presenta forma piuttosto rotondeggiante ed a botte, con striatura rosso brillante su fondo crema; di ridotte dimensioni e modesta resa è il più ricercato per la delicatezza del gusto e per la buccia molto tenera. È indicato per le insalate e “pendolón” (piatto tipico pastorale locale).
Il tipo Spagnolo, detto Ballotton, non è molto comune e si presenta con le tipiche striature rosso vinose, è di forma ovoidale e possiede una buccia abbastanza fine.
Il tipo Calonega è una varietà molto coltivata, perché alla resa buona si accompagnano ottime qualità culinarie; è particolarmente indicato per minestre. Ha forma schiacciata con striature rosso vivo su fondo crema.
Il tipo Canalino, di buon peso e ottima resa, si presenta con striature rosso cupo, talora nero; ha gusto molto gradevole ed è particolarmente resistente alle malattie, è tuttavia poco coltivato a causa della buccia piuttosto consistente e del baccello particolarmente coriaceo che ne rende difficile la sgranatura.
In cucina e a tavola il Fagiolo di Lamon della Vallata Bellunese IGP fresco può essere conservato in frigorifero per alcuni giorni; il fagiolo secco invece, deve essere reidratato per circa 12 ore prima della cottura.
Viene impiegato nella preparazione di minestroni, pasta e fagioli, risotti ed è gustoso anche come contorno in una dieta sana ed equilibrata.

FAGIOLO DI LAMON DELLA VALLATA BELLUNESE IGP FOTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *