SALAME SANT’ANGELO DI BROLO IGP

| Posted by | Categories: IGP, SALUMI, SICILIA


mappa-italia-def-sicilia

IGP logo indicazione geografica protetta

 

Il Salame Sant’Angelo di Brolo entra a far parte dell’elenco ufficiale dei prodotti tipici italiani grazie alla certificazione IGP ( indicazione geografica protetta ) che è stata rilasciata il 26 settembre 2008.
Essendo un prodotto IGP la certificazione prevede che almeno una fase del processo produttivo debba essere effettuata nella regione Sicilia.
A Sant’Angelo di Brolo, situato in provincia di Messina, la produzione del Salame Sant’Angelo inizia alla fine del secolo XI, in conseguenza della colonizzazione da parte dei normanni che introdussero nuove abitudini alimentari. Capolavoro della civiltà contadina, il Salame Sant’Angelo di Brolo IGP è molto apprezzato in tutto il mondo per la sua particolare bontà, frutto del sapiente lavoro dei produttori artigiani, delle particolari condizioni climatiche, dell’umidità e ventosità che facilitano la stagionatura dell’insaccato.
Le caratteristiche organolettiche sono un requisito fondamentale della qualità nutrizionale del prodotto, in larga parte legate alle scelte di ingredienti naturali, alla lavorazione artigianale ma sopratutto alla stagionatura che sfrutta un microclima unico di questa zona delle colline dei Nebrodi ed alla qualità dei suini, allevati con prodotti genuini come ghiande, fave e crusca.
Viene ottenuto con un impasto di carni di prima scelta di coscia, lombata, costata e pancetta. Vengono infatti scartate le parti meno nobili quali il guanciale, il collo, gli arti ed il lardo. Le carni sono tagliate a striscia e ridotte a pezzettini mediante il caratteristico taglio “a punta di coltello”.
Si passa poi alla “consa” che avviene in una madia di legno utilizzando sale grosso e pepe nero macinato.
Segue la miscelazione a mano per favorire l’omogenea distribuzione dei componenti. Il periodo della stagionatura viene curato con grande attenzione. In base al tipo di budello utilizzato la durata può variare dai 20 ai 100 giorni.
Il microclima di questa zona fa il resto, influenzando positivamente la flora microbica ed i processi biochimici e conferendo al salame le sue tipiche e inimitabili caratteristiche.

SALAME SANT'ANGELO DI BROLO IGP FOTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *