ACETO BALSAMICO DI MODENA IGP

| Posted by | Categories: ALTRI PRODOTTI, EMILIA-ROMAGNA, IGP


mappa-italia-def-emilia-rom

IGP logo indicazione geografica protetta

 

L’Aceto Balsamico di Modena entra a far parte dell’elenco ufficiale dei prodotti tipici italiani grazie alla certificazione IGP ( indicazione geografica protetta ) che è stata rilasciata il 5 luglio 2009.
Essendo un prodotto IGP la certificazione prevede che almeno una fase del processo produttivo debba essere effettuata nella regione Emilia Romagna.
Aceto Balsamico significa da tempo immemorabile cultura e storia di Modena. Infatti la sua esistenza é dovuta alle particolari caratteristiche pedoclimatiche del territorio alle quali si sono aggiunte i saperi, le conoscenze e le competenze del fattore umano che in una mirabile sintesi hanno dato vita a un prodotto esclusivo e distintivo dei territori delle attuali province di Modena e Reggio Emilia (cioè dell’antico Ducato Estense).
A Modena sono sempre esistiti diversi tipi di aceto ottenuti col mosto di uva, in relazione allo sviluppo nella storia di diverse ricette, di diversi metodi di preparazione e di invecchiamento.
L’origine di questi prodotti risale alla tradizione degli antichi Romani.
Il termine Balsamico è relativamente giovane, usato per la prima volta nei registri degli inventari ducali della Reggia Estense di Modena nel 1747 e probabilmente il nome stesso nasceva dall’uso terapeutico che allora se ne faceva.
L’Aceto Balsamico di Modena IGP, viene affinato in botti di rovere, ed è il risultato di una lenta acetificazione del mosto, proveniente da uve di vitigni selezionati, con pregiato aceto di vino. Ideale in cucina con carni rosse, arrosti, frittate, verdure crude o cotte e anche su gelato e fragole.

ACETO BALSAMICO DI MODENA IGP FOTO

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *