SALMERINO DEL TRENTINO IGP

| Posted by | Categories: IGP, LOMBARDIA, PESCI, MOLLUSCHI E CROSTACEI FRESCHI, TRENTINO ALTO ADIGE


mappa-italia-de-trentino-lo

IGP logo indicazione geografica protetta

 

Il Salmerino del Trentino entra a far parte dell’elenco ufficiale dei prodotti tipici italiani grazie alla certificazione IGP ( indicazione geografica protetta ) che è stata rilasciata il 24 maggio 2013.
Essendo un prodotto IGP la certificazione prevede che almeno una fase del processo produttivo debba essere effettuata nelle regioni Trentino Alto Adige e Lombardia.
La zona di produzione del Salmerino del Trentino IGP comprende l’intero territorio della Provincia di Trento e il comune di Bagolino in Provincia di Brescia.
Il Salmerino del Trentino IGP si attribuisce ai pesci salmoni appartenenti alla specie salmerino alpino. Le caratteristiche principali del Salmerino del Trentino IGP sono l’indice di corposità molto ridotto, il contenuto in grassi e le caratteristiche gustative della carne, che si presenta soda, tenera e asciutta, con un delicato sapore di pesce e odore tenue d’acqua dolce, privo di qualsiasi retrogusto fangoso. L’elemento principale che determina queste qualità è l’acqua abbondante che proviene dai nevai e ghiacciai perenni, con elevato grado di ossigenazione. La cultura del Salmerino del Trentino IGP è molto antica ed affonda le sue radici in una lunga tradizione consolidatasi a partire dal XIX.
All’atto dell’immissione al consumo, i salmerini devono presentare le seguenti caratteristiche: colorazione grigio-verde o bruna, con dorso e fianchi cosparsi di macchiette biancastre, gialle o rosee, prive di alone; pinna dorsale e caudale grigia, le altre arancio con margine anteriore bianco. La carne è bianca o salmonata.
Ogni fase del processo produttivo viene monitorata documentando per ognuna gli input e gli output. In questo modo, e attraverso l’iscrizione in appositi elenchi, gestiti dall’organismo di controllo, delle vasche di allevamento, degli allevatori, dei macellatori e dei confezionatori, nonché attraverso la denuncia tempestiva alla struttura di controllo delle quantità prodotte, è garantita la tracciabilità del prodotto. Tutte le persone, fisiche o giuridiche, iscritte nei relativi elenchi, sono assoggettate al controllo da parte dell’organismo di controllo, secondo quanto disposto dal disciplinare di produzione e dal relativo piano di controllo.
L’acqua utilizzata nell’allevamento deve provenire da acque sorgive, e/o pozzi e/o fiumi e torrenti compresi nella zona di produzione delimitata.
I mangimi utilizzati devono essere privi di OGM e opportunamente certificati secondo la normativa vigente.

SALMERINO DEL TRENTINO IGP FOTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *