RICCIARELLI DI SIENA IGP

| Posted by | Categories: IGP, PRODOTTI DI PANETTERIA E PASTICCERIA, TOSCANA


mappa-italia-def-toscana

IGP logo indicazione geografica protetta

 

I Ricciarelli di Siena entra a far parte dell’elenco ufficiale dei prodotti tipici italiani grazie alla certificazione IGP ( indicazione geografica protetta ) che è stata rilasciata il 19 marzo 2010.
Essendo un prodotto IGP la certificazione prevede che almeno una fase del processo produttivo debba essere effettuata nella regione Toscana.
Sono dolcetti che provengono dalla tradizione araba, ma nei libri si parla di “ricciarelli” solo dopo il XVIII secolo. I Ricciarelli di Siena IGP sono ottenuti dalla lavorazione di un impasto cotto al forno e particolarmente morbido, il cui colore bianco è dovuto esclusivamente alla presenza dello zucchero, mentre sono assolutamente assenti farine o fecola di patate che ne abbasserebbero il livello qualitativo.
Questi dolci sono particolarmente gustosi; la pasta morbida, non friabile mantiene la sua umidità all’interno e diventa più croccante in superficie. Dalla caratteristica forma a “rombo”, presentano delle increspature nell’impasto.
Simbolo del Natale in Toscana, questi particolari biscotti sono prodotti a Siena tutto l’anno.
Nel 1891 viene pubblicata la prima edizione de “La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene” di Pellegrino Artusi, primo esempio di ricettario della tradizione gastronomica nazionale. Gli ingredienti indicati nella ricetta sono quelli ancora in uso oggi: “zucchero bianco fine, mandorle dolci e amare, chiare d’uovo, odore di buccia d’arancio”.
Come per il Panforte di Siena IGP, anche per i Ricciarelli di Siena IGP si ricopre la superficie con zucchero a velo prima di effettuarne la cottura mentre la base è protetta da ostie di amido le quali, terminata la cottura, diventano un tutt’uno con gli ingredienti.

RICCIARELLI DI SIENA IGP FOTO