OLIO GARDA DOP

| Posted by | Categories: DOP, LOMBARDIA, OLI, TRENTINO ALTO ADIGE, VENETO


mappa-italia-def-lombardiav

 

DOP logo denominazione di origine protetta

L’olio extravergine di oliva Garda entra a far parte dell’elenco ufficiale dei prodotti tipici italiani grazie alla certificazione DOP ( denominazione di origine protetta ) che è stata rilasciata il 25 novembre 1997.
Essendo un prodotto DOP la certificazione prevede che l’intero processo produttivo debba essere effettuato nelle regioni Lombardia, Veneto e Trentino Alto Adige.
La denominazione di origine controllata Garda, deve essere accompagnata da una delle seguenti menzioni geografiche aggiuntive: “Bresciano”, “Orientale” e “Trentino”.
La denominazione di origine controllata Garda, accompagnata dalla menzione geografica aggiuntiva “Bresciano”, è riservata all’olio extravergine di oliva ottenuto dalle seguenti varietà di olivo presenti, da sole o congiuntamente negli oliveti: Casaliva, Frantoio e Leccino per almeno il 55%. Possono, altresì, concorrere altre varietà presenti negli oliveti in misura non superiore al 45%.
La denominazione di origine controllata Garda, accompagnata dalla menzione geografica aggiuntiva “Orientale” è riservata all’olio extravergine di oliva ottenuto dalla varietà di olivo Casaliva o Drizzar presente negli oliveti per almeno il 50%. Possono, altresì, concorrere le seguenti varietà: Lezzo, Favarol, Rossanel, Razza, Fort, Morcai, Trepp, Pendolino, presenti negli oliveti, da sole o congiuntamente, in misura non superiore al 50%.
La denominazione di origine controllata Garda, accompagnata dalla menzione geografica aggiuntiva “Trentino” è riservata all’olio extravergine di oliva ottenuto dalle seguenti varietà di olivo presenti da sole o congiuntamente, negli oliveti: Casaliva, Frantoio, Pendolino e Leccino per almeno l’80%. Possono, altresì, concorrere altre varietà presenti negli oliveti in misura non superiore al 20%.
Le olive destinate alla produzione dell’olio extravergine di oliva Garda DOP, devono essere prodotte nei territori delle provincie di Brescia, Verona, Mantova e Trento.
All’atto dell’immissione al consumo l’olio extravergine di oliva a denominazione di origine controllata Garda accompagnata dalla menzione geografica “Bresciano” deve rispondere alle seguenti caratteristiche:
– colore: dal verde al giallo;
– odore: di fruttato medio o leggero;
– sapore: fruttato con leggera sensazione di amaro e piccante;
– acidità massima totale non superiore a grammi 0,6 per 100 grammi di olio.
All’atto dell’immissione al consumo l’olio extravergine di oliva a denominazione di origine controllata Garda accompagnata dalla menzione geografica “Orientale” deve rispondere alle seguenti caratteristiche:
– colore: verde da intenso a marcato, con modeste variazioni della componente del giallo;
– odore: fruttato leggero;
– sapore: fruttato con sensazione di mandorla dolce;
– acidità massima totale non superiore a grammi 0,6 per 100 grammi di olio.
All’atto dell’immissione al consumo l’olio extravergine di oliva a denominazione di origine controllata Garda accompagnata dalla menzione geografica “Trentino” deve rispondere alle seguenti caratteristiche:
– colore: verde con riflessi dorati;
– odore: di fruttato leggero con sensazione erbacea;
– sapore: sapido, delicatamente fruttato;
– acidità massima totale non superiore a grammi 0,5 per 100 grammi di olio.
L’olio extravergine di oliva Garda DOP può essere utilizzato per molte preparazioni in cucina, sia a crudo che per cucinare e, grazie al suo gusto delicato, si abbina a molti piatti. È fondamentale il suo utilizzo per piatti a base di pesce di lago, pinzimoni, carni, stracchino, formaggi magri, carne salata, carpacci di carne e pesce, verdure cotte o crude, salse, bruschette, per preparare dolci, sorbetti, gelato e tantissime altre cose.

OLIO GARDA DOP

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *