OLIO CILENTO DOP

| Posted by | Categories: CAMPANIA, DOP, OLI


mappa-italia-def-campania

 

DOP logo denominazione di origine protetta

L’olio extravergine di oliva Cilento entra a far parte dell’elenco ufficiale dei prodotti tipici italiani grazie alla certificazione DOP ( denominazione di origine protetta ) che è stata rilasciata il 13 giugno 1997.
Essendo un prodotto DOP la certificazione prevede che l’intero processo produttivo debba essere effettuato nella regione Campania.
L’olio extravergine di oliva Cilento DOP deve essere ottenuto dalle seguenti varietà di olivo presenti, da sole o congiuntamente, negli oliveti: Pisciottana, Rotondella, Ogliarola o Uogliarola, Frantoio, Salella, Leccino per almeno l’85%. Possono, altresì, concorrere altre varietà presenti nella zona in misura non superiore al 15%. L’introduzione di nuove varietà nei nuovi impianti è ammessa dalla Regione Campania, sentito il Consorzio di Tutela, a condizione che le medesime non alterino le peculiari caratteristiche del prodotto.
Le olive destinate alla produzione dell’olio extravergine di oliva Cilento DOP, devono essere prodotte nel territorio della Provincia di Salerno.
L’olio extravergine di oliva Cilento DOP all’atto dell’immissione al consumo, deve rispondere alle seguenti caratteristiche:
– colore: dal verde al giallo paglierino più o meno intenso;
– odore: di fruttato medio leggero;
– sapore: fruttato con media o debole sensazione di amaro e di piccante;
– acidità massima totale non eccedente grammi 0,7 per 100 grammi di olio.
La presenza di note aromatiche predispone l’uso, dell’olio extravergine di oliva Cilento DOP, su piatti di una certa consistenza tipici dell’area di origine: pesce grigliato, insalate selvatiche, verdure bollite, legumi e primi piatti. Utilizzato a caldo, accompagna tutte le tipologie di soffritti, stufati, sughi e ragù.

OLIO CILENTO DOP

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *