OLIO CHIANTI CLASSICO DOP

| Posted by | Categories: DOP, OLI, TOSCANA

mappa-italia-def-toscana

 

 

DOP logo denominazione di origine protetta

L’olio extravergine di oliva Chianti Classico entra a far parte dell’elenco ufficiale dei prodotti tipici italiani grazie alla certificazione DOP ( denominazione di origine protetta ) che è stata rilasciata il 7 novembre 2000.
Essendo un prodotto DOP la certificazione prevede che l’intero processo produttivo debba essere effettuato nella regione Toscana.
L’olio extravergine di oliva Chianti Classico DOP deve essere prodotto esclusivamente con le olive di oliveti, costituiti per almeno l’80% da piante delle varietà “Frantoio”, “Correggiolo”, “Moraiolo”, “Leccino”, da sole o congiuntamente, ed un massimo del 20% da piante di altre varietà di seguito elencate: Allora, Americano, Arancino, Ciliegino, Colombino, Correggiolo di Pallesse, Cuoricino, Da Cuccare, Filare, Frantoiano di Montemurlo, Ginestrino, Giogolino, Grappolo, Gremigna Tonda, Gremigno di Fauglia, Gremigno di Montecatini, Gremignolo, Gremignolo di Bolgheri, Grossaio, Grossolana, Larcianese, Lastrino, Lazzero, Lazzero della Guadalupe, Lazzero di Prata, Leccio del Corno, Leccione, Madonna dell’Impruneta, Madremignola, Mansino, Maremmano, Marzio, Maurino, Melaiolo, Mignolo, Mignolo Cerretano, Morcaio, Morchiaio, Morcone, Morello a Punta, Martellino, Olivastra di Populonia, Olivastra di Suvereto, Olivastra Seggianese, Olivo Bufalo, Olivo del Mulino, Olivo del Palone, Olivo di Casavecchia, Olivo di San Lorenzo, Ornellaia, Pendagliolo, Pendolino, Pesciatino, Piangente, Pignolo, Piturzello, Punteruolo, Quercetano, Rama Pendula, Razzaio, Razzo, Rosino, Rossellino, Rossellino Cerretano, Rossello, Salcino, S. Francesco, S. Lazzero, Santa Caterina, Scarlinese, Selvatica Tardiva, Tondello e Trillo.
Le olive destinate alla produzione dell’olio extravergine di oliva Chianti Classico DOP, devono essere prodotte nel territorio delle provincie di Siena e Firenze.
L’olio extravergine di oliva Chianti Classico DOP all’atto dell’immissione al consumo, deve rispondere alle seguenti caratteristiche:
– colore: da verde intenso a verde con sfumature dorate;
– odore: di fruttato con sentore di erba, pinolo, mandorla e frutta matura;
– sapore: netto di olio di oliva e di fruttato con retrogusto leggermente amaro e piccante;
– acidità massima totale non eccedente grammi 0,5 per 100 grammi di olio.
L’olio extravergine di oliva Chianti Classico DOP si può utilizzare, a tavola crudo nelle insalate, sulle verdure o nelle zuppe (tipica toscana è la Ribollita, la zuppa di farro e la minestra di fagioli); in cucina può essere utilizzato per la preparazione di sughi per primi piatti, come ingrediente di secondi di pesce o carne (tipici toscani il coniglio con le olive e la Panzanella).

OLIO CHIANTI CLASSICO DOP

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *