POMODORINO DEL PIENNOLO DEL VESUVIO DOP

| Posted by | Categories: CAMPANIA, DOP, ORTOFRUTTICOLI E CEREALI


mappa-italia-def-campania

 

DOP logo denominazione di origine protetta

Il Pomodorino del Piennolo del Vesuvio entra a far parte dell’elenco ufficiale dei prodotti tipici italiani grazie alla certificazione DOP ( denominazione di origine protetta ) che è stata rilasciata il 17 dicembre 2009.
Essendo un prodotto DOP la certificazione prevede che l’intero processo produttivo debba essere effettuato nella regione Campania.
L’area tipica di produzione e conservazione del Pomodorino del Piennolo del Vesuvio DOP coincide con l’intera estensione del complesso vulcanico del Somma-Vesuvio in Provincia di Napoli, includendo le sue pendici degradanti sino quasi al livello del mare.
Il Pomodorino del Piennolo del Vesuvio DOP raggruppa vecchie cultivar e biotipi locali accomunati da caratteristiche morfologiche e qualitative più o meno simili, la cui selezione è stata curata nei decenni dagli stessi agricoltori. Le denominazioni di tali ecotipi sono quelle popolari attribuite dagli stessi produttori locali, come “Fiaschella”, “Lampadina”, “Patanara”, “Principe Borghese” e “Re Umberto”, tradizionalmente coltivati da secoli nello stesso territorio di origine.
Le caratteristiche distintive del prodotto ammesso a tutela sono:
– allo stato fresco: frutti di forma ovale o leggermente pruniforme con apice appuntito e frequente costolatura della parte peduncolare, buccia spessa di colore rosso vermiglio, pezzatura non superiore a 25 g, polpa di consistenza elevata e di colore rosso, sapore vivace intenso e dolce-acidulo;
– conservato al piennolo: colore della buccia rosso scuro, polpa di buona consistenza di colore rosso, sapore intenso e vivace.
Agli effetti dell’azione di tutela si è riscontrato che l’aspetto peculiare di tipicità che accomuna i pomodorini vesuviani è l’antica pratica di conservazione “al piennolo”, cioè una caratteristica tecnica per legare fra di loro alcuni grappoli o “scocche” di pomodorini maturi, fino a formare un grande grappolo che viene poi sospeso in locali aerati, assicurando così l’ottimale conservazione del prezioso raccolto fino al termine dell’inverno.
Le peculiarità del Pomodorino del Piennolo del Vesuvio DOP sono l’elevata consistenza della buccia, la forza di attaccatura al peduncolo, l’alta concentrazione di zuccheri e acidi.
Proprio la ricchezza di acidi organici determina la vivacità o acidità di gusto, che è il carattere distintivo del pomodorino del Vesuvio.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *