FICO D’INDIA DELL’ETNA DOP

| Posted by | Categories: DOP, ORTOFRUTTICOLI E CEREALI, SICILIA


mappa-italia-def-sicilia

 

DOP logo denominazione di origine protetta

Il Fico d’India dell’Etna entra a far parte dell’elenco ufficiale dei prodotti tipici italiani grazie alla certificazione DOP ( denominazione di origine protetta ) che è stata rilasciata il 26 agosto 2003.
Essendo un prodotto DOP la certificazione prevede che l’intero processo produttivo debba essere effettuato nella regione Sicilia.
Originario dell’America centro-meridionale, il fico d’India fu introdotto in Sicilia nel XVI secolo e nei terreni lavici, alle pendici dell’Etna, trovò l’habitat ideale per il proprio sviluppo.
Il fico d’India ha un sapore delicatamente zuccherato e si distingue dall’altra frutta fresca per la quantità di fibre e la varietà vitaminica in esso contenuta. Ricco di acqua, di sali minerali, di calcio, di fosforo, di vitamine A e C., ha poche calorie, favorisce la diuresi e abbassa il livello di colesterolo.
La DOP Fico d’India dell’Etna si distingue in tre varietà che si caratterizzano per la colorazione della polpa e per sapore e consistenza:
– la Sanguigna (polpa rossa)
– la Muscaredda (polpa bianca)
– la Sulfarina (polpa gialla)
E’ un frutto di forma ovoidale, caratterizzato da una polpa succosa e viene raccolto da luglio a dicembre.
La zona di produzione della DOP va dai 150 ai 750 metri s.l.m. e ricade nel territorio di alcuni comuni della Provincia di Catania.
Il Fico d’India dell’Etna DOP è consumato preferibilmente fresco, ma viene anche utilizzato per preparare macedonie, confetture e liquori.

FICO D'INDIA DELL'ETNA DOP FOTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *