PROSCIUTTO DI SAN DANIELE DOP

| Posted by | Categories: DOP, FRIULI VENEZIA GIULIA, SALUMI


mappa-italia-def-friuli

DOP logo denominazione di origine protetta

 

Il Prosciutto di San Daniele entra a far parte dell’elenco ufficiale dei prodotti tipici italiani grazie alla certificazione DOP ( denominazione di origine protetta ) che è stata rilasciata il 21 giugno 1996.
Essendo un prodotto DOP la certificazione prevede che l’intero processo produttivo debba essere effettuato nella regione Friuli Venezia Giulia.
Viene prodotto esclusivamente in Friuli Venezia Giulia nel territorio collinare dell’omonimo comune in provincia di Udine. Riconoscibile per la caratteristica forma a chitarra, la presenza dello zampino e il marchio del Consorzio, il Prosciutto di San Daniele DOP è fatto solo con carne di suini nati e allevati in Italia. È un alimento naturale privo di additivi o conservanti. L’alto valore nutrizionale e la facile digeribilità lo rendono indicato per qualsiasi tipo di dieta.
Il saper fare il prosciutto si tramanda da secoli a San Daniele del Friuli. La cura per ogni particolare, i gesti propri del mestiere insieme al clima del luogo consentono il ripetersi della tradizione secolare della stagionatura della coscia del maiale.
Poiché è vietata qualsiasi forma di congelamento delle carni, le cosce fresche devono raggiungere rapidamente San Daniele del Friuli, per essere lavorate ricreando il ritmo naturale delle stagioni, con l’utilizzo del sale marino, senza l’aggiunta di additivi o conservanti. A San Daniele la stagionatura deve durare almeno 13 mesi.
Per svelare il segreto del Prosciutto di San Daniele DOP si deve conoscere il microclima di San Daniele del Friuli: qui i venti che scendono dalle Alpi Carniche si incontrano con le brezze provenienti dall’Adriatico, portando sentori resinosi che si mescolano con quelli salmastri in un ambiente dove umidità e temperatura sono regolati dalle terre moreniche e dalle acque del fiume Tagliamento.
Le cosce devono provenire esclusivamente da maiali nati e allevati in dieci regioni del centro-nord Italia. Gli allevamenti rispettano il benessere dell’animale e sono sottoposti a costanti e accurati controlli. I suini sono alimentati seguendo un’apposita dieta, prevista dal Disciplinare di Produzione del Prosciutto di San Daniele DOP, a base di cereali nobili e siero di latte.

PROSCIUTTO DI SAN DANIELE DOP FOTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *