ZAFFERANO DI SAN GIMIGNANO DOP

| Posted by | Categories: ALTRI PRODOTTI, DOP, TOSCANA


mappa-italia-def-toscana

DOP logo denominazione di origine protetta

 

Lo Zafferano di San Gimignano entra a far parte dell’elenco ufficiale dei prodotti tipici italiani grazie alla certificazione DOP ( denominazione di origine protetta ) che è stata rilasciata il 5 febbraio 2005.
Essendo un prodotto DOP la certificazione prevede che l’intero processo produttivo debba essere effettuato nella regione Toscana.
Lo Zafferano di San Gimignano DOP è rappresentato esclusivamente dagli stimmi essiccati del “Crocus sativus L.”, pianta bulbosa perenne, appartenente al genere crocus della famiglia delle iridacee.
Storicamente è stato sempre considerato di qualità “superiore”, le caratteristiche dello zafferano sono dovute principalmente a tre componenti chimiche: la crocina, alla quale si deve l’attività colorante gialla; la picrocrocina, che è un glucoside amaro, che conferisce il sapore; il safranale, che è responsabile dell’aroma.
Per produrre 1 kg di Zafferano di San Gimignano DOP occorrono 150.000 fiori.
A luglio i bulbi sono raccolti, selezionati, trattati e poi trapiantati in un altro terreno sabbioso o sabbioso-limoso ben esposto ad agosto. I fiori sono raccolti a mano, prima dell’apertura alle prime ore del mattino nei mesi di ottobre e novembre.
Successivamente avviene la mondatura, operazione manuale che consiste nel separare la parte rosso-arancione degli stimmi dalla parte giallastra degli stessi.
L’essiccazione viene effettuata a temperature inferiore di 50°C per mantenere al meglio le caratteristiche organolettiche del prodotto.
Il confezionamento viene effettuato a mano. Lo Zafferano di San Gimignano DOP viene commercializzato in stimmi interi per garantire la purità del prodotto.

ZAFFERANO DI SAN GIMIGNANO DOP FOTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *